INFORMATIVA COOKIE CONTATTI ORARI COMUNICATI STAMPA NEWSLETTER NUMERI UTILI
f
Questo portale utilizza solo cookie tecnici di sessione, non utilizza cookie di profilazione, statistici o pubblicitari. OK
Per approfondire: INFORMATIVA COOKIE
stemma comune di Canegrate
comune di
CANEGRATE
Il ComuneI ServiziAree TematicheServizi on Line
   home-pagina principale ▶ I Servizi ▶ Ambiente ▶ Interventi per la Salute e Igiene Pubblica
Condividi f t g+
zoom
ufficio Ambientei
Responsabile Ufficio
Zottarelli Antoninoi
Referente
Beretta Monica
Casero Erika
fitosanitari

Lotta al Tarlo Asiatico - Iniziato il monitoraggio

Dal 17 agosto 2022 ERSAF ha ripreso le operazioni di monitoraggio del verde pubblico e privato.
Anoplophora
Il Servizio fitosanitario di ERSAF (Ente Regionale Servizi Agricoltura e Foreste), conformemente al Decreto Regionale 28 marzo 2022 n. 4084 "Aggiornamento delle aree delimitate per la presenza di Anoplophora chinensis in Lombardia" e al Decreto Regionale 5 aprile 2022 n. 4545 "Applicazione delle misure fitosanitarie nelle areee delimitate per la presenza di Anoplophora chinensis in Lombardia", nel mese di agosto ha ripreso le operazioni di monitoraggio per l’organismo nocivo Anoplophora spp sul territorio comunale di Canegrate.

I tecnici che prenderanno parte al monitoraggio (che si presenteranno muniti di tesserino di riconoscimento) sono:
Andrea Tapparo
Lorenzo Laddaga
Luca Perlasca

Ricordiamo che in Lombardia da diversi anni si sta diffondendo un insetto innocuo per l'uomo ma molto dannoso per gli alberi, denominato Tarlo asiatico per la sua area di provenienza (nome scientifico: Anoplophora chinensis)

COME RICONOSCERLO
Gli adulti di Anoplophora chinensis sono di colore nero con numerose macchie bianche sulle elitre e misurano in media 19-37 mm di lunghezza. Le antenne sono circa 1,7-2 volte la lunghezza del corpo nei maschi e 1,2 volte nelle femmine. A. chinensis presenta 20-40 piccoli tubercoli sul quarto basale di ogni elitra.
Anoplophora chinensis compie l’intero ciclo in un anno, occasionalmente in due anni. Gli adulti si possono osservare da maggio ad ottobre, con un picco di attività che si concentra tra maggio e luglio. Tuttavia, se le condizioni ambientali sono ottimali, gli adulti possono essere osservati fino a dicembre.
Le femmine depongono le uova in fessure di ovideposizione realizzate subito al di sotto della corteccia e dalla caratteristica forma a T. Le larve scavano lunghe gallerie di alimentazione sia nei tronchi che nelle radici esposte, inizialmente nella regione cambiale e successivamente nei tessuti legnosi delle porzioni più basse del tronco e delle radici. La maggior parte degli individui di Anoplophora chinensis sverna come larva.
In generale i sintomi associati ad un’infestazione da Anoplophora chinensis includono appassimenti fogliari, ingiallimenti ed imbrunimenti settoriali della chioma, disseccamento dei rami e deformazione della corteccia.
La maggior parte dei segni/danni è associata alle attività delle diverse fasi della vita dell’insetto: 1) siti di ovideposizione, fessure sottocorticali dalla caratteristica forma a T all’interno delle quali la femmina depone le uova; 2) gallerie larvali, spesso accompagnate dalla presenza di rosura; 3) fori di sfarfallamento, fori di uscita degli adulti di forma circolare e di 10-15 mm di diametro; 4) danni dovuti all’azione trofica degli adulti a carico di foglie, piccioli, getti e corteccia dei giovani rami.

OSPITI E DANNI
Anoplophora chinensis è una specie estremamente polifaga ed è stata segnalata su piante afferenti a più di 30 diverse famiglie tanto in ambienti urbani quanto naturali. In Europa le specie appartenenti al genere Acer (acero) sono tra le più attrattive seguite da quelle appartenenti ai generi Betula (betulla) e Corylus (nocciolo). In Italia, l’insetto è stato rinvenuto per lo più su Acer spp., Betula spp., Carpinus spp. (carpino), Corylus spp., Platanus spp. (platano) e Prunus laurocerasus (lauroceraso).
In Lombardia, durante le attività di monitoraggio condotte sul territorio dal Servizio Fitosanitario Regionale tra il 2017 e il 2019 sono state ispezionate oltre 1 milione e mezzo di piante, ma di queste soltanto 3000 sono risultate effettivamente infestate.
I danni maggiori associati alle infestazioni da A. chinensis sono provocati dalle larve mentre scavano le gallerie per nutrirsi del legno che si sommano a quelli provocati dagli adulti quando producono i fori di sfarfallamento. Entrambe le tipologie di danni possono costituire un fattore predisponente per eventuali alterazioni secondarie causate da patogeni fungini con il conseguente deperimento delle piante.

COSA STA FACENDO ERSAF
Il monitoraggio sul campo, l’abbattimento e la distruzione degli alberi infestati sono pratiche efficaci per ridurre le dimensioni delle popolazioni dell’insetto, per prevenirne la diffusione e, in alcune circostanze, per tentarne l’eradicazione. Il controllo ad oggi è per lo più basato sull’abbattimento delle piante colpite e sulla distruzione di tutto l’apparato radicale con apposite macchine trituratrici con l’obbligo di incenerire il legname delle piante abbattute, in quanto l’insetto riesce a completare il ciclo di sviluppo anche in un singolo pezzo di legno o di radice.
In Lombardia, il Servizio Fitosanitario Regionale svolge attività di sorveglianza nei confronti di Anoplophora chinensis. Le principali attività riguardano l’analisi visiva delle piante alla ricerca dei principali segni e sintomi delle infestazioni (mucchietti di segatura e fori di sfarfallamento) e l’installazione di trappole a feromoni posizionate o nei focolai di recente rinvenimento o nelle aree nelle quali sono in corso le operazioni di eradicazione. L’impiego delle trappole è considerato fondamentale per l’individuazione tempestiva dei tarli in aree considerate potenzialmente a rischio.


COLLABORA ANCHE TU ALLA CAMPAGNA DI AVVISTAMENTO
Se vedi il Tarlo asiatico, segnala immediatamente la sua presenza:
  • scarica l'app FitoDetective per rimanere informato e inoltrare le segnalazioni di casi sospetti al Servizio Fitosanitario
  • invia una mail a: infofito@regione.lombardia.it
Puoi anche contattare il Servizio Ambiente del Comune di Canegrate, Via Manzoni 1
orari: lunedì 9.00-12.30 / 16.00-18.00 e martedì-mercoledì-giovedì-venerdì 9.00-12.30
tel.: 0331/463866
e-mail: ecologia@comune.canegrate.mi.it

IL TUO CONTRIBUTO PUÒ SALVARE MOLTE PIANTE
Per maggiori informazioni è possibile collegarsi al sito della Regione Lombardia cliccando qui o visionare sul canale youtube uffciale della Direzione Agricoltura di Regione Lombardia il filmato sul tarlo asiatico o il nuovo video della campagna di comunicazione "Don't risk it"

In allegato il nuovo pieghevole informativo predisposto da da Ersaf.

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle notizie del Comune di Canegrate iscriviti alla newsletter.

pubblicata dal 17-08-2022
visualizzazioni:335

notizie
Taglio piante in prossimità di linee elettriche di alta tensione
INTERVENTI DI DISINFESTAZIONE DA ZANZARE
SPECIE ESOTICHE INVASIVE: REGIONE LOMBARDIA AGGIORNA LISTE NERE DI FLORA E PICCOLA FAUNA
Bonifica da imenotteri (vespe, calabroni, api, bombi, ecc.): interviene la Protezione Civile
PROCESSIONARIA DEL PINO
Cos'è e come difendersi dai suoi peli urticanti.Informativa di Regione Lombardia e Ats Città Metropolitana di Milano - leggere con attenzione.
POPILLIA JAPONICA UN PERICOLO PER PRATI, BOSCHI E COLTURE
Zika e altre arbovirosi, la nuova circolare del Ministero della Salute
CIMICI NELL'ALTO MILANESE
MIXOMATOSI DEI CONIGLI
Presenza di cimici denominate Oxycarenus lavaterae
Prevenzione da imenotteri (vespe, calabroni, api, bombi, ecc.)
Piralide del Bosso
A seguito di comunicazione dell'ASL Milano 1, si informa la cittadinanza che anche sul nostro territorio è stata segnalata la presenza di un lipidottero denominato "Piralide del Bosso", le cui larve provocano danni alla vegetazione e disagi negli ambienti antropizzati. Informazioni ed indicazioni in allegato.
Partita IVA: 00835500158
Codice IBAN Tesoreria Comunale
IT 93 C 05034 32710 000000001719
Codice IBAN Banca d'Italia (utilizzabile solo da enti pubblici)
IT 38 C 01000 03245 13930 0065298

Via Manzoni 1, 20039 Canegrate(MI)
Telefono: 0331 - 463811
Fax: 0331/401535
PEC: comune.canegrate@pec.regione.lombardia.it
Mail: info@comune.canegrate.mi.it
IL COMUNE
IL COMUNE PER LA SCUOLA
IL SINDACO
LO STATUTO
PRIVACY
COME FARE PER
SEGRETARIO GENERALE
GIUNTA COMUNALE - ASSESSORI
CONSIGLIO COMUNALE
COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI
AREE, UFFICI, PERSONALE
ORARIO UFFICI
CAPI AREA
IL SITO ISTITUZIONALE
CONTATTI
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
AREA RISERVATA
I SERVIZI
AFFARI GENERALI
ALBO PRETORIO
AMBIENTE
CULTURA, SPORT E TEMPO LIBERO
DIRITTO DI ACCESSO
LAVORI PUBBLICI
PARCO DEL ROCCOLO
POLIZIA LOCALE
PROTEZIONE CIVILE
PROVVEDITORATO
RAGIONERIA
RISORSE UMANE
SERVIZI DEMOGRAFICI
SERVIZI ON LINE
SERVIZI SCOLASTICI
SERVIZI SOCIALI
SERVIZIO PAGOPA
SPORTELLO UNICO ATTIVITà PRODUTTIVE
SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA
TRIBUTI
URBANISTICA
URP
AREE TEMATICHE
ALBO PRETORIO
ARCHIVIO
ATTIVITà ECONOMICHE
BANCA DATI AAMMINISTRAZIONI PUBBLICHE
BANDI DI GARA E CONCORSI
BIBLIOTECA
COMUNICARE AL COMUNE
COMUNICATI STAMPA
CONSIGLIO COMUNALE ON-LINE
DIRITTO DI ACCESSO
ELENCO SITI TEMATICI
EMERGENZA COVID-19
EMERGENZA UCRAINA
EVENTI
EVENTI ISTITUZIONALI
GIOVANI
ISCRIZIONE AI SERVIZI SCOLASTICI
NEWSLETTER
NOTIZIE
PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO
REGOLAMENTI
SALUTE E SICUREZZA
SCUOLA E ISTRUZIONE
SICUREZZA EDIFICI PUBBLICI
SOSTEGNO ECONOMICO
TERRITORIO
TRIBUTI LOCALI
CREDITS NOTE LEGALI PRIVACY| HTML5 CSS3 ACCESSIBILITA'